sabato 24 novembre 2012

Eroe della Guerra di Indipendenza Americana



Il 29 gennaio del 1779 nei pressi di Vincennes nello stato dell'Indiana si incontrano il famoso generale Gerorge Rogers Clarck e il colonello Francesco Vigo due uomini che avrebbero segnano la storia degli Stati Uniti d'America. Ma chi è quest'italiano? Francesco Vigo nasce il 13 dicembre del 1747 a Mondovì piccola cittadina piemontese appartenente al Regno di Sardegna. Uomo d'armi, tenace e forte, Francesco, s'imbarca per il nuovo mondo aggregato ad un battaglione di fucilieri spagnolo che ha come missione l'occupazione di parte dei territori della Lousiana. Giunto a New Orleans si congeda dall'esercito spagnolo e si arruola nella milizia cittadina impiegata nella difesa della città dagli attacchi dei pirati. Terminata questa ulteriore esperienza militare, Francesco, si sposta nello stato dell'Indiana. Esplora le immense terre di questo inesplorato territorio che, in futuro, prenderà il nome di "Vigo County". Traccia sentieri, segna corsi d'acqua, individua piste percorribili, esplora vallate ed anfratti, scopre sorgenti d'acqua e limpidi pozzi oltre a conoscere le tribù indiane della zona ...continua

domenica 11 novembre 2012

La Guerra Privata di Luigi Cardis sul Rio Grande



Il Rio Grande segna il confine a sud tra gli Stati Uniti e il Messico. Questo territorio, in passato, è sempre stato caratterizzato da sanguinosi scontri tra i coloni americani e le popolazioni messicane autoctone. Qualsiasi occasione era buona per mettere mani alle armi. Anche lo sfruttamento delle risorse del fiume erano fonte di continue lotte. Sia i messicani che gli americani convivevano tranquillamente arricchendosi con il commercio. Essi utilizzavano il corso del Rio Grande per trasportare le merci da El Paso a San Elizario oltre a beneficiare delle ricche risorse dei circostanti laghi salati. Anche Luigi Cardis, piemontese di nascita, che viveva in Messico utilizzava questo grande dono della natura per la sua attività mercantile. Luigi, si era stabilito a El Paso County in Texas...continua

martedì 6 novembre 2012

Quelli di Little Big Horn


Il 25 giugno del 1876, si racconta che, nella battaglia di Little Big Horn, vi fossero più di una dozzina di italiani tra le fila del 7° Reggimento Cavalleria al comando del generale Custer. Gli archivi di stato americani indicano che al cruento scontro parteciparono: il nobile bellunese Carlo De Rudio, il libraio genovese De Voto Augusto, il romano Giovanni Casella, il napoletano Francesco Lombardi, il trombettiere campano Giovanni Martini, il musicista torinese Vinatieri Felice e ancora Stella Alessandro, Tulo Giuseppe, Lambertini Francesco e molti altri di cui si sono perse le tracce. Dagli archivi si apprende che  Lambertini e Lombardi fossero assenti alla battaglia in quanto ricoverati in infermeria perchè ammalati, mentre,  di Stella Alessandro,  si sa che faceva parte del gruppo squadroni di Custer e che quindi morì a fianco del suo generale.  Altri, invece,  hanno lasciato evidenti tracce della loro partecipazione al mitico scontro.  Giovanni Casella, per esempio,  si arruola nella cavalleria ... continua